Salute ~ Ambiente Sport ~ Società Beni culturali ~ Patrimoni edilizi Imprese ~ Economia Scuola ~ Università Turismo ~ Enogastronomia Innovazione Tecnologica Virtual Poleis
  |Home|  
 


Al via il nuovo anno scolastico

La popolazione scolastica negli Istituti superiori della provincia di Perugia aumenta di 288 unità. Buconi: un “anno scolastico tranquillo, nessuna frizione grazie alla collaborazione con i Dirigenti scolastici”

A pochi giorni dall’apertura dell’anno scolastico la Provincia di Perugia, con una conferenza stampa, fa il punto sul Piano di Edilizia Scolastica dell’Ente. All’incontro hanno partecipato l’Assessore provinciale all’Edilizia Scolastica Massimo Buconi, il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria Nicola Rossi, il Direttore Area Edilizia Provincia di Perugia Massimo Vasapollo.
“Come Provincia – ha affermato Massimo Buconi - prevediamo un inizio di anno scolastico molto tranquillo. Per quanto riguarda la messa a disposizione degli spazi agli Istituti Superiori, non ci sono state frizioni grazie alla massima collaborazione con i Dirigenti Scolastici. Per esempio, l’Istituto Pieralli ha visto un aumento della popolazione, ma pur di non essere dislocato su tre sedi, si è ristretto accontentandosi. Sul versante manutenzione dei plessi scolastici, l’Ente ha cercato di fare un’operazioni per la conservazione costante che sta ancora proseguendo. Inutile dire che i lavori di manutenzione sono “un pozzo di San Patrizio”. La cosa che mi piace sottolineare – continua Buconi - è che abbiamo avuto una bassissima percentuale di danneggiamento delle scuole, questo ci ha permesso di risparmiare molto e di investire nella manutenzione. Per il futuro stiamo cercando di risolvere il problema dell’Alberghiero di Assisi, cercando di proporre una soluzione che unirà pubblico e privato con la realizzazione di un albergo. Su Marsciano stiamo cercando le risorse per finire il Polo Unico. Probabilmente il problema dell’organizzazione delle strutture scolastiche verrà fuori nel 2009 – conclude Buconi – quando, specialmente su Perugia, sarà necessario prendere delle decisioni importanti pensando o ad accorpamenti drastici di scuole o ad un investimento per la realizzazione di un nuovo edificio scolastico”. “Voglio sottolineare – ha spiegato Nicola Rossi - la forte collaborazione che da sempre esiste fra Provincia di Perugia e USR (Ufficio Scolastico Regionale). Insieme si risolvono problemi e, soprattutto, si rema entrambi nella stessa direzione per migliore il sistema scolastico. Ammetto che c’è una certa preoccupazione per quanto sta annunciando di voler fare il Governo Nazionale nella scuola. Per ora cerchiamo di andare avanti poi vedremo quali saranno le decisioni prese”.

Dati riguardanti la popolazione scolastica nella Provincia di Perugia
Dai dati forniti dall’Ufficio Scolastico Regionale relativamente all’Organico di Fatto per il prossimo anno scolastico 2008 – 2009 risulta che la popolazione scolastica, esclusi i corsi serali, è pari a 27.864 studenti con un incremento di 288 unità rispetto all’anno precedente (27.576), mentre il numero delle classi formate è di 1.329 contro le 1.333 dello scorso anno con un decremento di 4 classi portando così il rapporto alunni/classe da 20,68 a 20,97.

Analizzando i dati per comprensori, come riportato nella seguente tabella, risulta che i maggiori incrementi di studenti si registrano a Perugia e nella Alta valle del Tevere (Città di Castello e Umbertide), altri aumenti, ma decisamente più contenuti, si hanno nell’Eugubino-Gualdese, nell’Assisano e nello Spoletino.
I comprensori del Lago Trasimeno, di Todi- Marciano, del Folignate e della Valnerina evidenziano delle diminuzioni di studenti, anche se piuttosto limitate.
Per quanto riguarda la città di Perugia si registra un incremento di 177 unità arrivando così a 9.518 studenti a fronte dei 9.341 del passato anno scolastico. Il numero più consistente riguarda gli indirizzi professionali con più 118 unità mentre gli indirizzi liceali aumentano di 35 studenti e gli indirizzi tecnici di 14 unità.
Alla luce dei dati sopraesposti si può affermare che non si sono verificate situazioni di particolare criticità; Il “Piano di Utilizzo” degli edifici scolastici, ha permesso di valutare e condividere con i Dirigenti Scolastici interessati, gli interventi necessari per consentire la normale ripresa delle attività didattiche del nuovo anno scolastico 2008/09. Tali interventi, per un importo di circa € 200.000, hanno riguardato varie Istituzioni scolastiche come IPC “Orfini” di Foligno, il Liceo Scientifico “A. Volta” di Spoleto, il Liceo Scientifico e l’Ist. Alberghiero di Assisi, il Liceo Scientifico e l’IPC di Marciano.
Per quanto riguarda la città capoluogo, che presenta l’incremento maggiore di studenti e le variazioni di flussi più significative, oltre a registrare il rientro di tutta l’attività scolastica dell’ITAS “G.Bruno” nella propria sede, sono stati concessi ulteriori spazi ai due Licei Scientifici “Alessi” e “Galilei” nelle rispettive sedi staccate presso “ l’ITC “Capitini” e l’ITG “A.di Cambio” e sono previsti dei lavori per l’Istituto Magistrale “Pieralli” che pur registrando un notevole incremento della popolazione scolastica, per l’Anno Scolastico 2008/09, continuerà le proprie attività didattiche nelle sedi di via del Parione e via A. Vecchi.