Salute
Ambiente
Sport
Società
Beni culturali
Patrimoni edilizi
Imprese
Economia
Scuola
Università
Turismo Enogastronomia Virtual
Poleis
Innovazione
Tecnologica
 
 
 HOME > scuola - università    NOTIZIE O Line
 

La “Storia del maiale e del macellaio” per insegnare la corretta alimentazione

Il 5 e 6 aprile 2013, due scolaresche umbre partecipano al progetto divulgativo Federcarni e imparano a fare le salsicce


La lavorazione delle carni spiegata ai più piccoli, per avvicinarli alle tradizioni del territorio umbro e alle basi di un corretto consumo di questi prodotti.
Federcarni della provincia di Perugia, l’associazione che rappresenta gli imprenditori del settore carni aderenti a Confcommercio, ha avviato da oltre un anno un percorso di avvicinamento a quelli che saranno i clienti di domani, con un progetto di informazione e divulgazione portato in diverse scuole elementari umbre, e coinvolgendo decine di piccoli studenti. Una fase importante di questo progetto sarà realizzata in occasione di Agriumbria, presso lo stand allestito da Federcarni nell’ambito della rassegna, e avrà come protagoniste due classi di quarta di una scuola elementare di Bastia.
Nelle due mattinate di venerdì 5 e sabato 6 aprile (alle ore 10) i ragazzi incontreranno i maestri macellai per imparare “la storia del maiale e del macellaio” - ovvero alcuni aspetti dell’allevamento dei suini e della loro lavorazione - che è indissolubilmente legata alle radici contadine della terra umbra. Muniti di tutto ciò che serve a garantirli dal punto di vista della sicurezza e dell’igiene, i ragazzi prenderanno parte attiva alla lavorazione dell’impasto e alla preparazione delle salsicce, che poi potranno portarsi a casa e gustare assieme alla loro famiglia.
“L’esperienza che abbiamo finora fatto nelle scuole – commenta Paolo Roselletti, presidente Federcarni della provincia di Perugia – ci ha dimostrato che i ragazzi partecipano con entusiasmo a questo tipo di attività. Sono curiosi, fanno domande alle quali siamo sempre molto contenti di rispondere. Il nostro obiettivo è proprio quello di contribuire alla formazione di quelli che domani saranno consumatori ancora più informati e consapevoli. Oggi i ragazzi hanno perso l’esperienza diretta del percorso che fa il cibo prima di arrivare nel piatto. È invece importante che si approprino di queste competenze per poter poi scegliere la qualità, ovvero solo ciò che contribuisce ad una corretta alimentazione”.
400 imprenditori del settore carni, provenienti da tutta Italia, sono attesi nell’ambito di Agriumbria domenica prossima, 7 aprile, in occasione dell’Assembla nazionale Federcarni, che per la prima volta si svolge in Umbria. Saranno presenti anche il presidente Maurizio Arosio e i membri del Consiglio nazionale.


(01-04-2013 12:15)



 
[ stampa ]  [ archivio ]  [ home ]

A Perugia, l'inganno di venticinque artisti internazionali

L'arte invade il porto di Marina di Scarlino

Vittoriana Benini, l’artista delle bambole, al Quirinale

Restaurato a Cosenza l’Oratorio dell’Arciconfraternita del Rosario

Peppe Capasso in mostra a Napoli

Arnaldo Pomodoro nella nuova sede della Fondazione